“Ora la paghi per tutti”

9 luglio 2012: musicista metal degli “Warhawk” picchiato a sangue

Il concerto rock finisce a bastonate. A.D.R., 36enne residente a Cavallino, viene picchiato selvaggiamente con il manico di un piccone mentre dormiva all’aperto a Croce di Piave.
La vittima dell’aggressione la sera precedente si era esibita con il suo gruppo metal “Warhawk” al bar “Mivida” (antica bottega Casonato, all’inizio di via del Bosco), concludendo il concerto ufficialmente verso le 23. I musicisti e il pubblico continuano a rumoreggiare ancora per un poco. Ancora qualche birra e poi i musicisti prendono la decisione di ritirarsi nei due camper su cui avevano raggiunto la località veneziana, in un campo attiguo al locale. Per il caldo, A.D.R., unico tra i componenti della band, decide di dormire fuori del camper, sotto un albero poco distante.

La mattina, verso le 8, il musicista viene svegliato da un uomo dal marcato accento locale che gli avrebbe sibilato: “Ora la paghi per tutti”. Con il bastone l’aggressore colpiva il 36enne al busto, alla testa e alle gambe, fratturandogli alcune costole e causandogli un trauma cranico.
L’allarme veniva lanciato dai compagni della band, svegliati dallo stesso A.D.R. dopo essere stato picchiato. La vittima al momento dell’arrivo in pronto soccorso sarebbe stata cosciente; nel pomeriggio veniva sottoposta a un’operazione chirurgica. A.D.R. avrebbe visto in faccia il suo aggressore, fornendo ai carabinieri una sua descrizione, oltre che il particolare che quella minaccia sarebbe stata proferita con marcato accento locale.
Gli inquirenti indagano per tentato omicidio. Il 36enne si trova ricoverato in prognosi riservata.

Torna alla pagina iniziale di Croce