Cognomi di Croce - declinazione al femminile

Generalmente i cognomi vengono dialettizzati:
e come per il più piccolo tra più fratelli c'è spesso il suffisso -et (tipico del diminutivo) così per le donne della famiglia vengono talora usate desinenze femminili, come in Russia: ad esempio Bocaét diventa Bocaéta, Favarét diventa Favaréta, Sgnauìn diventa Sgnauìna. Ma non succede sempre. Esistono regole? Si osserva che la femminilizzazione esiste soprattutto per i cognomi che hanno una versione dialettale, evidentemente retaggio di antiche abitudini; ed esiste per quei cognomi che sembrano avere il significato di un aggettivo che ammette declinazione.

Cognome della famiglia

Cognome al femminile

Amadìo NO
Barbieri, CèoSì, ma solo nella versione Cèa
BatistinSì: Batistina
Bello BèoSì, nella versione Bèa
Bernardi No (decisamente!)
Bertocco BertocSì: Bertoca
Biasi No
Bisiol No
Zanusso BisonSì: nella versione Bisona
Boccaletto BocaétSì, Bocaéta
Bincoletto BrincoétSì: Brincoéta
CadamuroSì: Cadamura ('a Iseta Cadamura)
CalderanSì: Calderana ('a Nana Calderana)
Granzotto CanpanèrSì: nella versione Canpanèra
CanpanaronRaro: Canpanarona
Capiotto CapeòtCapeòta
D'AndreaNo. In realtà esiste Pitanèa per indicare la giovane
Danieli ToresanSì, nella versione Toresana ('a Nana Toresana)
DariolRaro Darioea
De Faveri No
De Zotti No
Dianese No
Di Legui No
DonadelSì: Donadèa ('a Maria Donadèa)
Favretto, Favaretto, FavaretSì: Favareta ('a Marieta Favareta)
Finotto, FinotSì: Finota
Follador, FoeadorSì: Foeadora
FornasierRaro: Fornasiera
Fregonese No
FurlanSì: Furlana
Furlanetto FurlanétSì: Furlaneta
Gasparini GasparinSì: Gasparina
Gobbo GoboRaro: Goba
Golfetto GolfétSì: Golfeta
Granzotto Raro: Granzota
Orlando JetSì, nella versione Jeta ('a Stea Jeta)
LorenzonSì: Lorenzona
Mariuzzo MariuzSì: Mariuza
Paludetto PaeudétRaro: Paeudeta
PavanRaro: Pavana
Perissinotto PerissinotSì: Perissinota
Persico PèrsegoRaro: Pèrsega
Peruch No
D'Andrea Pitana No, solo nella versione al diminutivo Pitanèa
RossettonSì: Rossettona
RubinatoSì: Rubinata
Sgnaolin SgnauìnSì: Sgnauìna
Soldera No
Sperandìo No
Simonetto SimonétSì: Simoneta
Teso No
Danieli ToresanSì: Toresana ('a Nana Toresana)
Tozzato No
Zanusso CastaldèlSì, nella versione Castaldèa
Quali sono dunque le regole alla base della femminilizzazione? Se il cognome è un accrescitivo o un diminutivo oppure ha una chiara ascendenza aggettivale allora viene declinato.

Cognomi che già finiscono per -a NON VENGONO DECLINATI
Crosera, Rasera, Soldera... (cognomi che derivano da luoghi)

Cognomi in -an: SI (chiaramente un aggettivo)
Calderan, Pavan, Top(p)an,

Cognomi in -èl: SI (quando è un diminutivo)
Batistèl, Castaldel, Donadèl, Pinèl,

Cognomi in -èr: SI (indicano delle professioni)
Boèr, Ca(ll)eghèr, Rodèr,

Cognomi in -ese: NO (indeclinabile)
Fregonese, Dianese, Ferrarese, Ormellese, Ormenese

Cognomi in -ét: SI (è un diminutivo)
Bocaét, Favarét, Paeudét

Cognomi in -ìo: NO
Amadìo, Sperandìo

Cognomi in -in: SI (certamente quando è un diminutivo, più raro se è un aggettivo di provenienza)
Batistìn, Forcuìn, Grandin, Magagnìn, Zanin... ma raro su Trentin.

Cognomi in -ini (un plurale): SI perché il maschile viene troncato in -in (vedi riga sopra) Gasparìn(i)

Cognomi in -lli: SI (nella versione dialettale
Lunardèi al femminile fa Lunardèa

Cognomi in -oc: SI (un aggettivo)
Bertoc fa Bertoca

Cognomi in -ol: RARO Bisiol, Buziol, Dariol,

Cognomi in -on: SI (un accrescitivo)
-on fa -ona

Cognomi in -or: SI, ma non sempre (una professione)
Foeador, Sartor acquistano la -a

Cognomi in -uz: SI (un diminutivo)
Fantuz, Mariuz(zo),

Cognomi con particella nobiliare o di provenienza: NO
De Faveri, De Zotti, Di Legui, Di Lena