Gli esercizi pubblici - storia e curiosità


pagina tutta da costruire

Casuìn de Isèo Cosmo - poi di Ubaldo Gattola - poi Baronetto di Ermes Girotto - poi Boccon di Gino e Giorgio...

Casuìn de Tilio Cosmo (Attilio Guseo)

Bar al Casello di D'Andrea - quindi di Dianese - quindi di Angelo Angìn Bello

Bar di Ferrari - oggi di Lessi

Casuìn de Bepi Bravo (Giuseppe Longato) - poi di Achille Davanzo - poi di Mario Barzan

Aperto negli anni Venti da Bepi Bravo che aveva ottenuto la licenza di vendita vini in quanto mutilato di guerra (aveva perso l'uso di una mano) , fu rilevato negli anni Trenta da Achille Davanzo che vi annesse un negozio di casalinghi; lo cedette alla coppia di ... , i queli lo cedettero nel 1954 a Mario Barzan.

Bottega di Ferruccio Peruch - poi di Toni Zanin - oggi Farmacia

Barberia di Lorenzo Trussardi

Tornato dalla Svizzera alla fine degli anni Sessanta, Lorenzo Trussardi aprì la sua barberia al piano terra della sua casa (la casa che un tempo era stata della maestra Saladini).
La barberia, con le poltrone da dentista tipiche delle barberie d'un tempo, quando i barbieri erano anche cerusici, fu punto obbligato dei Crocesi.

Panificio dei fratelli Longato (Bravo)

Costruito nel 1954 da Giuseppe Longato a fianco delle Case per lavoratori, non ha mai cambiato destinazione né proprietari.
Quando Giuseppe andò in pensione fu rilevato dai figli Luigi, Piero e Paolo. Al bancone per tantissimi anni fu Piero che fu per tutti Piero del pan, che segnava quotidianamente sul libretto il debito di ciascuna famiglia; negli ultimi tempi il suo nome fu anglicizzato in Peter Pan.
Oggi il panificio è gestito dai figli di Luigi Jijo, Carlo Alberto ed Emanuele.

Parrucchieria di Alma Granzotto

Occupò fin dalla costruzione del grattacielo Granzotto il primo dei tre negozi. Quando la Alma andò in pensione, il negozio divenne la farmicia (vedi) del paese. Quindi divenne negozio di alimentari.

Negozio di scarpe di Pianca Luciana

Occupò per tanti anni il negozio di mezzo dei tre al piano terra del grattacielo Granzotto.

Cartoleria di Roberta Pivato

Occupò dall'inizio degli anni Settanta il III dei tre negozi a piano terra del grattacielo Granzotto. Poi la Roberta e il marito costruirono la casa nuova con annessa cartolibreria e il vecchio negozio divenne la parrucchieria della Edy.

Bar di Guido Casonato

Merceria di Paniccia Wanda

Farmacia di Poletti Paolo

Aperta negli anni Ottanta dal dottor Paolo Poletti in quella che era stata la parrucchieria della Alma Granzotto, la farmacia di Poletti segnò simbolicamente l'avvenuto salto di qualità nella vita del paese. Paolo e la sua farmacia si trasferirono agli inizi del XXI secolo in quella che era stata la bottega di Toni Zanin.

Ferramenta di Angelo Sanson

Torna alla pagina iniziale di Croce