L'Oratorio (lo stabile)

Lo stabile dell'Oratorio (inizialmente chiamato Centro Sociale) fu costruito all'inizio degli Anni Sessanta del secolo scorso grazie agli aiuti americani. Due erano le strutture che gli U.S.A. fin dagli anni Cinquanta avevano deciso di offrire a queste zone, strutture che avrebbero dovuto servire rispettivamente le parrocchie del Basso Livenza e della Destra Piave.
Dopo tanto discutere, grazie all'intraprendenza di Don Ferruccio Dussin, parroco di Croce in quegli anni e uomo capace di farsi ascoltare nella forania di San Donà, il Centro Sociale della Destra Piave fu costruito a Croce di Piave, in fianco alla canonica. (Questo è anche il motivo per cui la piazza antistante è oggi intitolata a Don Ferruccio).
Esso è composto di un avancorpo rettangolare in cui trovano collocazione quattro grandi stanze, due al piano terra e due al primo piano al piano e di un salone nato come cinema o sale teatro.

Quando i corsi di scuola elementare divennero due dopo il boom di nascite degli anni Sessanta e furono necessarie altre cinque aule oltre a quelle presenti nello storico stabile in Piazza Tito Acerbo, quattro di esse furono ricavate nel centro Sociale (la quinta vagò errabonda tra... e la vecchia canonica)

Dopo la costruzione delle nuove scuole elementari in via Bosco, con dieci meravigliose aule (ma adesso ne basterebbero cinque, dato il calo delle nascite... e allora le altre son tutte laboratori) il Centro Sociale divenne di fatto struttura della Parrocchia che lo trasformò in Oratorio intitolandolo, per volere di Don Primo, a San Francesco d'Assisi.

Per antonomasia con la parola Oratorio si intendono tutte le attività svolte all'interno degli edifici parrocchiali e dell'Oratorio in particolare, attività gestite o coordinate dal (CLICCA) Gruppo Oratorio

Torna alla pagina iniziale di Croce