Monsignor Angelo Dal Bo (1910-19..)

Arciprete di San DonÓ dal 1961 al 1974

Il 3 settembre 1961, don Angelo Dal Bo entrava nella sua nuova Parrocchia di Santa Maria delle Grazie di San DonÓ di Piave, accompagnato dal Vescovo mons. Mistrorigo.

Al suo arrivo, la Parrocchia del Duomo, ancora l'unica del centro cittadino, contava ben 18.000 abitanti. Il nuovo Arciprete aveva 51 anni. Una settimana dopo il suo ingresso, egli ricordava nel suo programma pastorale l'unico scopo di lavorare "perchÚ le anime vivano la vita divina e la vivano in abbondanza". In questo impegnativo compito di far "vivere le anime in grazia" vedeva un fondamentale strumento nei Ritiri ed Esercizi spirituali, nella Settimana Liturgica e in una grande Missione cittadina. Riteneva poi, certa, la collaborazione di tutte le forze pastorali della Parrocchia. "Mi far˛ vostro esempio di bontÓ, di gentilezza e di caritÓ verso tutti, perchÚ anche il vostro cuore sappia compatire, perdonare ed aiutare i fratelli... Dammi o Signore le anime e tieniti tutto il resto" (cfr. F.P. 10 settembre 1961).

Negli anni successivi monsignor Dal Bo avrebbe provveduto al delicato compito di avviare le nuove parrocchie cittadine, per una pi¨ efficiente ed efficace gestione pastorale: Mussetta (1963), San Pio X (1966), San Giuseppe Lavoratore (1971).