31 dicembre 2006

Gianfranco Pediatra

Al baeottaggio ’l é riussio netto
a perda lu che la savèa longa:
no’l varàe moeà el prediletto 
lavoro parché, come un re del Tonga1,  

“fat sète se fa dissète” e col perfetto
fifì lu faràe anca ’a marcialonga.
Disgustà de no essar stat eletto
ecco che vien fora co ’a so milonga

“Scusatemi se da sol mi presento”,
spegazzi de un che se sinte Picasso
e no buta via nissuna de’e dusento

monàe che ’l ha scritt pal so spasso,
stupidàe che portarà via el vento
come ’e ciàcoe dei ..... .. .....

1 - che notoriamente bada a tanti figli

Poesie per FORZA, ITALIA TUTTE LE POESIE POESIE CITTA' DEE BAVE