PROGETTO TEATRO 2003-2004

Rappresentazione: 16 aprile 2004

La visita della vecchia signora (Der besuch der alten Dame), tragicommedia in tre atti rappresentata per la prima volta nel 1956, è considerata il capolavoro di Friedrich Dϋrrenmatt.
La vicenda si svolge a Gϋllen, immaginaria cittadina svizzera impoverita e decaduta, nella quale fa ritorno, molti anni dopo esserne stata cacciata con infamia, Clara Zachanassian, avventurosamente divenuta  miliardaria. Tutta la comunità di Gϋllen, sperando in generose donazioni, accoglie la  ricchissima concittadina con interessato entusiasmo, lo stesso che anima anche Alfredo Ill, l’antico amante di Clara, che in gioventù, dopo averla sedotta, l’aveva abbandonata al suo destino per sposare un’altra donna. La vecchia miliardaria, il cui corpo è ormai un insieme di protesi artificiali, è accompagnata da uno strano corteo di servitori dai nomi ridicoli - Boby, Koby, Loby, Roby… - passivamente obbedienti alla tirannica signora. Tra le acclamazioni di tutti, Clara promette di donare alla città un miliardo, ma ad una condizione. “Come un’eroina della tragedia greca, assoluta, crudele”, vuole giustizia e insieme vendetta: “un miliardo per Gϋllen, - annuncia - se qualcuno uccide Alfredo Ill”. Insomma, “prosperità per un cadavere”. Quale sarà allora la scelta della comunità di Gϋllen? Accetterà di giustiziare il proprio concittadino, stimato padre di famiglia e futuro sindaco, in cambio della promessa ricchezza oppure rifiuterà “in nome dell’umanità”? Certo è che, improvvisamente, tutti in città cominciano a concedersi lussi fino a poco tempo prima impensabili. E Alfredo Ill comincia a temere sempre più per la sua vita, mentre lo “strano caso” attira i flash dei fotografi e la curiosità dei giornalisti…  Il dramma di Dϋrrenmatt, che inizia con la divertita leggerezza di una commedia e si conclude con un coro “simile a quello della tragedia greca”,  consente di riflettere e di interrogarsi sui grandi temi della ipocrisia, in un mondo in cui la vera bancarotta è quella morale.

Personaggi

Alfredo Ill
Koby
Loby
VII – VIII – IX marito di Clara
Matilde, moglie di Ill
Maggiordomo di Clara - Giornalista
Pittrice – Cittadina di Gϋllen (Terza)
Preside
Ottilia, figlia di Ill
Medico
Cittadina di Gϋllen (Quarta)
Roby – Prete – Radiocronista
Carlo, figlio di Ill
Cittadina di Gϋllen (Seconda)
Poliziotto
Clara Zachanassian
Cliente
Capotreno – Ginnasta - Giornalista
Borgomastro
Cittadina di Gϋllen (Prima)
Una donna - Giornalista

Interpreti

Dario Baldo
Gioia Bergamo
Giulia Bergamo
Emiliano Bonadio
Giorgia Bucciol
Francesca Cattelan
Arianna Colosso
Matilde Dalla Pozza
Margherita Dell’Aica
Francesca De Pieri
Virginia Ferrari
Stefano Follador
Filippo Forcolin
Daniela Iseppi
Carlo Korcz
Federica Pattaro
Laura Scala
Alessandro Scarpa
Marco Spadotto
Stefania Trevisan
Mariangela Trinco

Regia di

Musiche a cura di Francesco Trambaioli
Un particolare ringraziamento alle professoresse Stefania Fiocchi e Marica Valeri